Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.internal_encoding is deprecated in /storage/content/26/1006726/risorgivefontanebianche.it/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 28 Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.input_encoding is deprecated in /storage/content/26/1006726/risorgivefontanebianche.it/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 29 Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.output_encoding is deprecated in /storage/content/26/1006726/risorgivefontanebianche.it/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 30 Calabroni

Calabroni

Estate 2013

Un curioso ed insolito nido gigante di calabroni è stato trovato da Antonio Peron e sua moglie Marisa in una casa disabitata,un rustico di Fontane Bianche.
Anche i Calabroni hanno trovato a Fontane Bianche un posto accogliente dove vivere!
I calabroni che comunemente costruiscono nidi nelle prossimità di luoghi abitati appartengono principalmente a due specie: la vespa crabro. diffusa su tutto il territorio italiano e la vespa orientalis presente soltanto nelle regioni meridionali. Il nido di calabroni viene costruito da insetti di grosse dimensioni, circa 35 mm di lunghezza, di colore bruno, con addome tronco a livello della sua inserzione al torace, variegato di giallo
Questi insetti sono attratti dalle sostanze zuccherine per cui si prediligono l'  estate e l'autunno. Infatti, in questo periodo il calabrone riesce a reperire più facilmente le sostanze zuccherine che utilizza sia per nutrirsi, sia per costruire il nido.
I calabroni, a differenza di api e vespe,  sono predatori e come tali possono essere anche nocivi alle coltivazioni, poiché si nutrono di frutti succosi come albicocche, pesche, e causano danni agli alberi da frutto.
Il grosso nido dei calabroni, è costituito da un materiale simile alla carta compressa, che gli insetti ricavano masticando legno e impastandolo con la saliva ricca di zuccheri.
Data l'unicità del nido trovato i tecnici del Museo degli Insetti ESAPOLIS di Padova sono andati a prelevare il nido per poi esporlo all'interno del Museo in Via dei Colli a Padova.
imageimageimage