Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.internal_encoding is deprecated in /storage/content/26/1006726/risorgivefontanebianche.it/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 28 Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.input_encoding is deprecated in /storage/content/26/1006726/risorgivefontanebianche.it/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 29 Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.output_encoding is deprecated in /storage/content/26/1006726/risorgivefontanebianche.it/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 30 Sagra dei nespoli 2017

Sagra dei nespoli 2017

Ed arriva l'Autunno a Fontane Bianche e la fine dell' anno agrario che corrisponde al San Martino.

L'evento dell'associazione chiesetta Fontane Bianche ha portato alla Chiesetta decine e decine di paesani per la tradizionale Sagra dei Nespoli.

Quest'anno contrassegnata da un evento unico e particolare.

In passato la chiesetta di San Prosdocimo era impreziosita al suo interno da un opera pittorica di un certo rilievo artistico di chiara ispirazione settecentesca, collocata sopra l'altare.

Il contenuto iconografico presentava da sinistra a destra i tre santi padovani: Sant'Antonio, San Prosdocimo e Santa Giustina. Nella parte alta dell'opera, in cielo, tra le nuvole Maria con Gesù Bambino era circondata da angeli festanti.

Alcuni anni fa non si è più avuta traccia di che fine abbia fatto quest'opera pittorica che venne sostituita da una riproduzione fotografica, ma solo per colmare l'affetto della comunità.

L'anno scorso, durante l'ultimo restauro della chiesetta il nostro artista Romeo Sandrin ha proposto di sostituire la foto con un'opera scultorea a rilievo, in terracotta.

L'idea è stata accolta e supportata da due famiglie di Fratte che si sono rese disponibili a donare la scultura.

L'artista ha scelto la creta, un elemento naturale di cui il nostro territorio è ricchissimo ed ha precisato che realizzare un 140cm per 100 cm ha comportato un notevole impegno per arrivare al livello compositivo e stilistico più aderente all' originale possibile.

 

La comunità ha potuto così ritrovare "l'opera perduta" e ringraziare la passione artistica di Sandrin e la magnanimità delle famiglie che hanno sostenuto l'iniziativa.

imageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimage